Open source

Di "Federico Bergna" - c.e.o. del progetto Polo Open Source.


... l'idea di fondo, era quella di gettare in pasto al mondo un'idea, con dei principi e dei valori potendo al tempo stesso concretizzare il progetto con una visione delle cose a lungo termine da oggi. Pensai quindi che per poter concretizzare un'idea e mantenerla in vita negli anni, sarebbe stato necessario rendere "aperta" (open) questa idea alla sorgente (source) così che tutti potessero parteciparvi attivamente con i propri diritti e doveri.

  1. PRINCIPIO DELLA CONDIVISIONE - puoi avere l'idea migliore del mondo, ma se non la condividi e non la concretizzi, resterà sempre un'idea.
  2. PRINCIPIO DELLA TRASPARENZA - un'idea, pur rivoluzionaria che sia, deve essere trasparente per generarsi e rigenerarsi di generazione in generazione.
  3. PRINCIPIO DELL'INDIPENDENZA - un'idea si concretizza efficacemente nel momento in cui una persona è irricattabile dal punto di vista emotivo, sociale, culturale, economico.

COME SI ORGANIZZA UN GRUPPO DI LAVORO
IN OPEN SOURCE

(linee guida per diventare co-admin di un gruppo di lavoro ed organizzare la messa in opera sul territorio di un polo open source in riferimento al proprio capoluogo di provincia)

Per poter realizzare un polo open source sul territorio, è necessario sicuramente adottare un metodo organizzativo, comune a tutti i gruppi di lavoro. Qui di seguito, mostriamo le linee guida step-by-step per poter avere un riferimento organizzativo:

GRUPPI DI DISCUSSIONE - un utente viene a conoscenza del progetto "polo open source" e si iscrive alla nostra piattaforma digitale. Partecipa ai 6 gruppi di discussione per apprendere caratteristiche del progetto e farsi un'idea delle potenzialità di sviluppo.

GRUPPI DI LAVORO - il 2° step consiste nel ricercare sulla piattaforma digitale, il gruppo di lavoro che fa riferimento al proprio capoluogo di provincia. Se a tale gruppo non è ancora stato assegnato un amministratore (dallo staff di poloopensource.org), l'utente può iniziare ad organizzare il gruppo di lavoro come descritto nel prossimo step.

RICHIESTA DI DIVENTARE CO-ADMIN DEL GRUPPO - l'utente chiede allo staff di poloopensource.org di diventare co-admin di uno specifico gruppo di lavoro. Se lo staff approva, il nuovo co-admin dovrà moderare ed organizzare il gruppo di lavoro sulla piattaforma digitale individuando i singoli responsabili organizzativi e operativi che gestiranno anche ciascuna sala del polo, ovvero:

1) Un commercialista specifico per tale polo operativo;

2) Un architetto e/o geometra responsabile dei lavori di costruzione di tale polo;

3) Una segretaria addetta alla gestione della sala ufficio burocratico del personale;

4) Una o più persone addette all'info-point;

5) Una persona responsabile della comunicazione media on-line ed off-line per il polo;

6) Un supervisore per la raccolta dati in loco con lo scopo di realizzare report aggiornati sull'andamento e sviluppo del polo e che dovrà interfacciarsi con lo staff principale del progetto "polo open source" segnalando criticità, obiettivi raggiunti, modifiche o proposte.

7) Altri soggetti da valutare traendo spunto dagli interventi nei 6 gruppi di discussione o in altri gruppi di lavoro.

8) I singoli soggetti responsabili ed organizzativi delle 6 stanze principali del polo.

MEETING CON LO STAFF - il co-admin del gruppo di lavoro, una volta individuati tutti i soggetti che vogliono avviare un polo open source in un determinato capoluogo di provincia, dovrà prendere poi contatti con lo staff di poloopensource.org per una riunione on-line od off-line con tutti i soggetti individuati. Se ci sono i presupposti per avviare effettivamente il polo, si procederà al prossimo step.

INDIVIDUAZIONE DEI FONDI PER L'AVVIO - il co-admin del gruppo di lavoro, insieme allo staff di poloopensource.org, individuano i fondi e/o capitali d'avvio per la messa in opera del polo sul territorio.

condividi !

Gruppi e piattaforma

Piattaforma digitale: iscriviti
Gruppi di discussione: elenco
Gruppi di lavoro: elenco

Contatti

Email: info@poloopensource.org